We-Can-Help-IAQ.jpg

Qualità dell’aria (in relazione al comfort umano)

La qualità dell'aria interna (IAQ) è compromessa da sostanze inquinanti come polvere, polline, muffe, spore e composti organici volatili (VOC).

Si tratta di sostanze inquinanti prodotte da arredi, laboratori, soluzioni detergenti e occupanti di edifici. I problemi per la salute possono iniziare poco tempo dopo l’esposizione ad aria interna di scarsa qualità, con manifestazioni quali irritazioni oculari, mal di testa e affaticamento. L’esposizione a un’aria interna di scarsa qualità per lunghi periodi di tempo può contribuire a malattie respiratorie croniche come l’asma. Per questa ragione il mercato dei sistemi di deumidificazione ha concentrato in larga parte la propria attenzione sui problemi legati alla qualità dell’aria interna e all’utilizzo dell’energia negli edifici commerciali. Ironicamente, una delle cause maggiori dei problemi legati alla qualità dell'aria interna è da ricondurre alla revisione dei requisiti normativi, che hanno richiesto l’introduzione negli edifici di una maggiore quantità di aria esterna. 

Di conseguenza, oggi l’aria esterna rappresenta fino all’80% del carico di deumidificazione di un edificio e può compromettere la capacità dei sistemi A/C esistenti di gestire l’incremento del carico latente. Sistemi di ventilazione e deumidificazione appropriati possono garantire vantaggi economici grazie alla riduzione dei costi operativi, a una migliore qualità dell’aria interna e a livelli di comfort più elevati. Tuttavia, questo pone gli ingegneri e i proprietari di fronte a una sfida ancora più ardua. Come selezionare un sistema di trattamento dell’aria, in grado di fornire la maggiore quantità di aria di ventilazione, raccomandata dallo Standard 62 ASHRAE e richiesta dalla revisione delle norme edilizie, senza aumentare il costo del sistema e del relativo funzionamento?

AT_case_Muntersprincipleuk.jpg

Per vincere la sfida, incrementando l’aria di ventilazione, Munters utilizza due tecnologie consolidate: il recupero energetico, per eliminare gli sprechi, e la deumidificazione essiccante, per portare l'umidità al centro della zona di comfort prevista dalle norme ASHRAE. Combinando l’essiccante con il recupero energetico, Munters è in grado di garantire una serie di vantaggi. Il sistema Munters elimina l’umidità nella fase del vapore, utilizzando un essiccante piuttosto che per condensazione con una spirale di raffreddamento. Dal momento che l’aria non è saturata entrando nell’edificio, le tubature dell’aria di alimentazione rimangono asciutte. ASHRAE riconosce l’importanza delle tubature asciutte nello Standard 62, dove si richiede il mantenimento dell’umidità al di sotto del 70% RH, per evitare la proliferazione microbica. Si tratta di un criterio che risulta molto difficile soddisfare con i sistemi di trattamento dell'aria basati sul raffreddamento, ma con Munters si può controllare agevolmente l’umidità nelle tubature, rispettando allo stesso tempo le linee guida ASHRAE.

Siamo esperti

Inoltreremo la vostra richiesta
alla divisione di riferimento del vostro paese.